I vini italiani: i migliori prodotti made in Italy

La penisola italiana è uno dei maggiori produttori di vini di elevata qualità nel panorama europeo ma anche mondiale. I vini di pregiata qualità hanno la denominazione DOC e DOP, quasi tutte le regioni dello stivale si sono specializzate nella produzione vinicola. Tra le più importanti aree di produzione sono presenti le Langhe in Piemonte, le DOP della Toscana, come il noto vitigno del Sangiovese, ma anche il Brunello di Montalcino e il Chianti e la regione veneta con l’Amarone. Per poter gustare le migliori etichette vinicole italiane è necessario recarsi in strutture di alto livello, come il room 26 roma, che offrono ai propri clienti una carta vini molto ricca.

Sveliamone i segreti

Tra i prodotti made in Italy non c’è che l’imbarazzo della scelta, i vini rossi sono quelli che generalmente si accostano meglio ai piatti a base di carne, selvaggina e salumi, quelli invece bianchi sono ideali per accompagnare piatti a base di pesce. Tra i vini rossi, le etichette più conosciute e apprezzate in tutto il mondo, sono presenti il già precedentemente citato Brunello di Montalcino e il Chianti, ma anche il Barolo e il Barberesco realizzati nella regione del Piemonte. I vini toscani sono molto noti nel panorama della produzione vinicola mondiale, ad esempio il Bolgheri Superiore DOC, il Flaccianello della Pieve, il Tignanello, il Brunello Castel Giocondo, i vini della Tenuta dell’Ornellaia e molti altri. Uno dei fattori che rendono i vini italiani molto amati e apprezzati in tutto il mondo sta nel fatto che ogni azienda vinicola italiana utilizza prodotti di prima qualità e tecniche di lavorazione che uniscono le più antiche tradizioni alla modernità. Di seguito sono elencati alcuni tra i migliori prodotti vinicoli italiani e la regione dove vengono sapientemente prodotti.

  • Amarone della Volpicella, il Tai rosso, il Prosecco e i vini vulcanici, articoli prodotti nella regione del Veneto.

  • L’Arnad-Montjovet e tutti le etichette DOC prodotte in Valle d’Aosta.

  • Il Montefalco Sagrantino realizzato in Umbria.

  • Il Barolo, le Langhe, l’Asti e il Barberesco prodotti in Piemonte.

  • I grandi vini rossi toscani con la denominazione DOP e i Supe Tuscan.

  • Il Pinot Grigio Collio, il Garda Tocai e il Valdadige Bianco prodotti nella regione del Trentino Alto Adige.

  • I vini DOC del Molise, tra cui il Biferno Bianco.

  • Il Moscato di Pantelleria, vino DOC prodotti in Sicilia.

  • Il Vermentino di Gallura prodotto in Sardegna.

  • Il Rosso Barletta e il Gravina realizzati in Puglia.

 

 

 

Semplici consigli per abbinare il vino al cibo

È anche vero però che ci sono delle semplici indicazioni di massima che chiunque può seguire per fare una bella figura quando si ha ospiti a cena o, ancora meglio, quando siamo noi ad essere invitati e, ovviamente, quando ci incarichiamo del compito di scegliere il vino al ristorante.
In ogni caso, l’importante in queste situazioni è non scegliere il vino sbagliato che proprio non si addicealle pietanze che ci vengono proposte. Chiunque, astemi compresi, sa benissimo che la regola generale è che il vino bianco si abbina al pesce e quello rosso alla carne. Ci saranno poi numerosi sommelier che avrebbero sicuramente molto da ridire al riguardo, ma parliamo per l’appunto di professionisti del settore e quindi se non si hanno le dovute competenze è consigliabile non esagerare con gli esperimenti.
Se poi invece non si può fare a meno di osare, bisogna sempre ricordare che mai si deve abbinare alla carne rossa o alla selvaggina un vino bianco liquoroso, così come un importante vino rosso non lega con i crostacei o i molluschi. Se poi l’occasione alla quale stiamo partecipando, prevede portate alla quali abbinare sia il vino rosso che quello bianco, è consigliabile servire il vino bianco prima del rosso, fatta eccezione per alcuni vini da dessert.

Detto questo, è bene sapere che quando il piatto è particolarmente grasso, sarebbe meglio contrastare questa consistenza e alleggerire la pesantezza del piatto con un vino fresco che abbia un sapore importante capace di ripulire la bocca dall’untuosità del cibo. Generalmente poi, se la portata è piuttosto complessa, nel senso che è il frutto di una preparazione elaborata per via della qualità e quantità di ingredienti e del tipo di cottura richiesta, allora sarà difficile sbagliare se si sceglie di abbinare un vino altrettanto robusto, invecchiato e complesso che abbia una forte personalità capace di reggere il confronto con quella del cibo. Per lo stesso principio, se il piatto è leggero e dal sapore delicato, il vino da abbinare non potrà che essere altrettanto giovane e leggero abbia un aroma equilibrato e non troppo pronunciato tanto da sovrastare il sapore del cibo. Anche in questi casi, c’è ovviamente una scuola di pensiero che la pensa esattamente il contrario, ossia per un piatto leggero ci vuole un vino più importante e viceversa…ma lasciamo sempre agli esperti il delicato compito di sperimentare!

Quando invece dobbiamo scegliere il vino per gustare dei tipici piatti regionali o locali, allora un utile consiglio è quello di abbinare un vino che provenga dalla stessa zona di origine che sicuramente presenta con il sapore delle pietanze un’ideale affinità che ne esalta anche i profumi. Anzi, per gustarlo fino in fondo, prima di scegliere un piatto tipico assicuratevi che sia disponibile anche il vino che abbia le stesse origini e non ve ne pentirete.
Con questi piccoli accorgimenti, non sarà difficile scegliere il vino da abbinare ai piatti che ci vengono serviti e godere delle capacità di esaltarne i sapori che solo un buon vino può avere.

 

SAN LAZZARO FOOD & BEER FEST

logo san lazzaro

21-25 APRILE 2017

Piazza Bracci, San Lazzaro di Savena (BO)

dalle 11 a tarda notte

SAN LAZZARO

FOOD & BEER FEST

Cibi di strada, birre artigianali, musica, animazione, Legnogiocando:
in Piazza Bracci cinque giorni di gusto e divertimento per tutta la famiglia!

 

FOOD & BEER FEST 2016 - arrosticiniA San Lazzaro di Savena (BO) si rinnova l’appuntamento con il SAN LAZZARO FOOD & BEER FEST, cinque giorni di gusto e divertimento che DA VENERDI’ 21 A MARTEDI’ 25 APRILE a partire DALLE ORE 11 a TARDA NOTTE animeranno Piazza Bracci.

Protagonisti i cibi di strada della tradizione italiana, con una gustosa carrellata di specialità  da varie parti della Penisola: fra queste il fritto e le olive all’ascolana dalle Marche, il pesce fritto e alla griglia dalla Romagna, che porterà in assaggio anche l’originale piadina di filiera certificata; e ancora il lampredotto e la trippa da Firenze, i borlenghi della montagna modenese, gli arrosticini abruzzesi, la porchetta dall’Umbria e molto altro ancora..

 BEER FEST 2016 - porchettaNel bicchiere ampio spazio dedicato alle birre di qualità, con una decina di spine che ospiteranno le creazioni di piccoli produttori del comparto artigianale, bolognese e non solo, oltre ad ospiti stranieri. E poi vino, cocktails, bibite e succhi di frutta.

Il tutto da gustare comodamente seduti ai tavoli coperti posizionati in piazza, con un super calendario di musica live – dal Rock’n’roll allo swing passando per la canzone dialettale con il grande Fausto Carpani – e animazione: da non perdere martedì 25 aprile l’appuntamento pomeridiano a cura di Legnogiocando, con oltre 40 originali giochi di legno a disposizione per il divertimento di bambini, ragazzi, genitori e nonni..

FOOD & BEER FEST 2016L’evento è organizzato da La Frasca On The Road (www.facebook.com/lafrascaontheroad/), versione itinerante della storica osteria bolognese di Via Andrea Costa attiva da diversi anni nella realizzazione di appuntamenti birrari, e Studio Umami (www.studioumami.com), agenzia operante a livello nazionale nell’ambito della comunicazione ed organizzazione eventi di settore enogastronomico, con il patrocinio del Comune di San Lazzaro di Savena.

 

Facebook:
https://www.facebook.com/sanlazzarofoodandbeerfest/

Info: lafrascaontheroad@gmail.com

 

 

PROGRAMMA EVENTI:

 

VENERDI’ 21 APRILE
Ore 21: Live Music – FRANKSPARA
Pop d’autore. Amante della birra, scrittore di canzoni

SABATO 22 APRILE
Ore 21: Live Music – SUPER SOUND
Un tuffo fra 50 anni di Rock’n’roll: chi non salta è perduto..

DOMENICA 23 APRILE
Ore 20: Live Music –
FAUSTO CARPANI CON IL GRUPPO EMILIANO
Canzoni, dialetto, musiche e strumenti della nostra terra

LUNEDI’ 24 APRILE

Ore 21: Live Music – THE MONKEY SWINGERS
Un viaggio tutto da ballare fra le sonorità swing anni ’30

MARTEDI’ 25 APRILE
Dalle ore 14 alle 18:
Ludobus – LEGNOGIOCANDO
Oltre 40 giochi di legno a disposizione per il
divertimento di bambini, ragazzi, genitori e nonni!